ON STAGE


Episodio 1 – La Minaccia Fantasma
Sabato 16, presso 11:00 presso area palco
Messa in scena ludica, col metodo On Stage!, ispirata al primo episodio della Saga di Star Wars di George Lucas.
Sceneggiatura scritta da Massimo Chiari e Mirella Vicini, modificata ed integrata a cura di Friz. Regia di Friz.

Harry Potter ed il suo primo anno a Hogwarts
Domenica 17, presso 11:00 presso area palco
Messa in scena ludica, col metodo On Stage!, ispirata al primo episodio della Saga di Harry Potter di J.K. Rowling.
Sceneggiatura scritta da Andrea Guerrieri, modificata ed integrata a cura di Friz. Regia di Friz.

COSA È “ON STAGE!” ?

On Stage! è un gioco frutto del lavoro e della ricerca di Luca Giuliano, un professore associato della La Sapienza di Roma che si occupa di gioco di ruolo dal 1983. Nel 1995 On Stage! (pubblicato dalla casa editrice Das Production) ha vinto il premio Best of Show, premio che Lucca Games assegna ogni anno ai migliori prodotti presentati in fiera (giochi di ruolo, di carte, di simulazione e da tavolo).

On Stage! è un gioco al confine tra i tradizionali giochi di ruolo, i giochi di narrazione ed i giochi di pura interpretazione. La differenza sostanziale tra i tradizionali gdr e On Stage! consiste nel fatto che nei primi i personaggi e le loro interazioni sono definiti in maniera più o meno rigida da dadi e tabelle, mentre in On Stage!, il meccanismo è strettamente legato all’interpretazione del proprio ruolo. Potremmo quindi dire che tale gioco assomiglia ad una sorta di improvvisazione teatrale.

On Stage! è un gioco di puro ruolo. In un gioco di ruolo nessuno vince o perde. Lo scopo è quello di raccontare una storia di cui i giocatori sono contemporaneamente spettatori e protagonisti.

On Stage! è un gioco sul teatro (e sul cinema): è stato ideato per consentire a tutti di giocare con i capolavori del teatro (e del cinema) di ogni tempo. Per prendere parte al “gioco dell’attore” non è necessario essere attori. E’ sufficiente essere disponibili a interpretare un ruolo e il divertimento è assicurato.

On Stage! non è un vero e proprio spettacolo, anche se a volte ci sono spettatori (che in alcuni casi possono pure interagire con la trama!). Ci sono dei giocatori che guidano i loro personaggi/attori da qualche parte. Ciascuno sa qual è il suo obiettivo finale, ma nessuno gli può dire quale sia la strada da percorrere per raggiungerlo. Tutti i partecipanti sono attori, personaggi, autori e spettatori allo stesso tempo.

On Stage! è un gioco di ruolo per un gruppo di 4-10 giocatori. Non sono necessari né costumi (anche se ci possono essere per facilitare l’immedesimazione), né dadi, e la durata di una rappresentazione è di circa 2-3 ore. La partita (rappresentazione) è diretta da un giocatore che si chiama “Regista” (l’equivalente del Master in Dungeons & Dragons), ma questi non è il solo a condurre il gioco. Al contrario dei tradizionali giochi di ruolo, quindi, il Regista ha meno peso rispetto agli attori, che sono i principali artefici del loro destino. Infatti anche gli altri giocatori si trovano a condurre il gioco e gli esiti della rappresentazione sono davvero imprevedibili.

On Stage! non è un gioco difficile. E’ un gioco di conversazione, con regole intuitive e flessibili.
La partita è suddivisa in atti e scene, durante le quali i giocatori possono utilizzare delle “Frasi Fatte”, ovvero delle carte che permettono di attivare eventi catastrofici, annullare le azioni di altri giocatori, o entrare e uscire dalla scena. Prima di ogni scena si svolge un’asta durante la quale si stabilisce chi sarà il “controllore della scena” cioè colui che come una sorta di aiuto regista dovrà decidere alcuni elementi della stessa scena (ad esempio la scenografia).
Ma tutti questi elementi regolistici sono molto semplificati, in modo che all’inizio sia sufficiente che solo il regista conosca i pochi meccanismi che caratterizzano il gioco. La preparazione del personaggio dura solo pochi minuti.

Poi si può cominciare a giocare…