FARE FUMETTI SU LICENZA

Workshop con Antonio Solinas

Sabato Ore 18:00 Sala incontri (Padiglione A), Ingresso libero, posti limitati

L’Italia è il paese rinomato per una grande produzione fumettistica autoctona, come quella Bonelli e Disney, ma ha anche una tradizione di lunghissima data per quanto riguarda la proposta di fumetti creati in altri contesti editoriali, come, per esempio, i supereroi e altre iniziative editoriali USA.
Come nasce un fumetto su licenza?
Quali scelte bisogna fare in sede di traduzione?
Come si stila un piano editoriale?
Che cos’è un timone?
In generale, a quali esigenze risponde l’edizione italiana di un fumetto nato in un altro paese?
Antonio Solinas, editor e traduttore Panini, raccontando della propria esperienza per la casa editrice di Modena, risponde a tutte queste (e altre) domande in un workshop che insegna come, da un fumetto straniero, si arriva a una una pubblicazione studiata per l’editoria italiana.

Biografia

Antonio Solinas lavora per Panini Comics dal 2013, occupandosi in particolare della traduzione e dell’editing dell’edizione italiana di fumetti americani, fra cui acclamate serie come Southern Bastards, Prophet, Hip Hop Family Tree, Providence e le serie del Millarworld.
Dopo essere stato animatore del movimento della critica web alla fine degli anni 90, ha contribuito a iniziative editoriali importanti quali, fra le altre, Alan Moore: Portrait of an Extraordinary Gentleman (Abiogenesis Press) e L’Incredibile Marvel – 75 Anni di Meraviglie a Fumetti (Comicon Edizioni).
È co-autore di due libri di critica fumettistica: Lezioni di Fumetto: Dave Gibbons (insieme a smoky man), uscito per la Coniglio Editore, e Grant Morrison: All Star (insieme a Giovanni Agozzino e Nicola Peruzzi), edito dalla Double Shot Edizioni.
Come sceneggiatore di fumetti, ha esordito con Xiola – Primo Sangue, scritto insieme a Emiliano Longobardi e disegnato da Werther Dell’Edera.
La sua ultima fatica come sceneggiatore è Tupac Shakur: solo Dio può giudicarmi, uscita a fine settembre per Becco Giallo.

Lascia un commento